Torna alla Home
Torna alla Home

News

Ti trovi in: Home  »  Editoriali  »  Si è giovani fino a quando si è interessati
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Si è giovani fino a quando si è interessati

La giovinezza è una fase della vita?

Gli anziani nella nostra società sono sempre più numerosi e noi siamo la prima ondata di persone giunte a questa scadenza con energie molto più vigorose delle generazioni che ci hanno preceduto, per la partecipazione, l'esperienza, la capacità di giudizio che abbiamo raggiunto, per la forma fisica che abbiamo potuto mantenere in un' epoca che cura il corpo come bene massimo dell'individuo.

Siamo una marea di persone in crescita, invaderemo gli anni futuri con tanta energia ancora da spendere, ma al contempo privati del credito di essere parte attiva della società.

L'invecchiamento resta oggi relegato a storia personale da vivere preferibilmente nel silenzio e nella solitudine, una vicenda che ciascuno sbriga come può: chi dedica il tempo riguadagnato con la condizione di pensionato agli impegni familiari, chi si avventura nella sperimentazione di sé stesso decidendosi a fare quello che ha segretamente fantasticato per anni senza poterselo regalare, chi rincorre la giovinezza e i sogni dell'antiaging.

Comune invece è la volontà di non ridurre a poche formule stereotipate il futuro delle nostre vite perché non basterebbero ad indicarci la via di uscita dall'area di parcheggio in cui l'età di mezzo finisce per condurci.

Questa breve nota si propone di aprire una riflessione sul bisogno di futuro che avverte soprattutto chi non è più in corsa; sulla esigenza di ritrovare il benessere, cioè il filo conduttore fra le diverse età della vita; sulla opportunità di sconfiggere la segreta ostilità della cultura odierna nei confronti dell'età declinante.

Parleremo soprattutto di donne perché le sentiamo più vicine, ma anche di uomini, se vorranno, perché il problema riguarda anche loro, come una recente piece teatrale ha testimoniato con la messa in scena della nuova esistenza di un manager a partire dalla liquidazione economica ma anche sociale che accompagna per tutti l'uscita dal lavoro.


Chiedi informazioni Stampa la pagina