Torna alla Home
Torna alla Home

News

Ti trovi in: Home  »  Iniziative in corso  »  Dal 21 novembre 2016 Cinema degli anni 2000: la "Grande Bellezza"?  »  13 FEBBRAIO 2017 THE HOST - ICSBA via Caetani 32 h. 15,30
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

13 FEBBRAIO 2017 THE HOST - ICSBA via Caetani 32 h. 15,30

The Host
Un film di Bong Joon-ho. Con Kang-ho Song, Byeon Hee-bong, Ko A-sung, Bae Doo-na, Park Hae-Il Titolo originale Gwoemul. Horror, durata 118 min. - Corea del sud 2006.

Siamo in Corea, a Seul, in un passato non definito. Prima scena: in un ambiente medico-scientifico, il responsabile americano di operazioni a noi ignote obbliga il suo giovane aiutante coreano a gettare nello scarico del lavandino una quantità enorme di formaldeide. Seconda scena: oggi, sulla riva molto frequentata e ricca di svaghi di un grande fiume, quello dove è finita la formaldeide. Tra pochi minuti ne vedremo gli stupefacenti risultati. Intanto conosciamo due dei cinque personaggi principali di questa storia, Park Hie-bong un uomo di mezza età che gestisce un chiosco sulla riva erbosa e il figlio più grande che lo aiuta, o almeno dovrebbe, nell'attività al momento unica risorsa della famiglia. E' Park Gang-Doo, trentenne scansafatiche, buono di cuore, ma un disastro per il resto, sopportato a malapena dagli altri due fratelli, Park Nam-il rancoroso laureato/disoccupato e Park Nam-Joo ragazza volitiva all'apice della carriera sportiva. Ma prima di loro, abbiamo incontrato la quinta arrivata nella famiglia, la piccola Park Hyun-seo dolce e responsabile figlia "prematura" dell'incosciente Gang –Doo destinata a guardare molto da vicino il risultato della formaldeide: un mostro digitale di ultima generazione veramente terrorizzante e sinceramente schifoso che si comporterà come tutti i mostri nei B-Movies, predando e divorando a man bassa. Ma qui quello che conta non è il pupazzone sintetico ma "come", "quando" e "dove" il regista del film sferri la sua zampata sul cliché del genere.

Il "come" lo faccia è presto detto, lo fa benissimo! Il regista Bong Joon-ho, in questo film anche sceneggiatore, non dimentica nessuno dei motivi dominanti del nostro presente: emorragia dei valori e corruzione endemica accompagnata da una totale resa al mondo virtuale, americani a farsi i fatti loro a tutti i livelli, dalla ricerca scientifica... (per saperne di più clicca La scheda)


Chiedi informazioni Stampa la pagina

Vedi anche